Mascherine e solidarietà

In alcune regioni indossare una protezione per il viso che copra naso e bocca è già un obbligo, che probabilmente si estenderà a tutto il Paese con l’avvio della cosiddetta “Fase 2”. Purtroppo in questi mesi non si è risolto il problema della carenza di questi dispositivi di protezione, diventati in poco tempo quasi introvabili se non a prezzi estremamente maggiorati.

Per fortuna le iniziative di solidarietà non si sono fatte attendere  e si sono moltiplicate in tutta Italia: per dare una risposta alla popolazione, sarti e sarte di tutte le età si sono messi all’opera e hanno cominciato a cucire mascherine in cotone, o in tnt, tessuto non tessuto.

Proprio come è accaduto nel nostro stabilimento di Melpignano (LE), la Tessitura del Salento, convertito momentaneamente alla esclusiva produzione di mascherine ad uso civile.

Azienda